WebSeo
La nostra bocca influenza le prestazioni infatti una respirazione prevalentemente orale può...
WebSeo
2020-04-09 10:44:18
WebSeo logo

Blog

La bocca influenza la performance sportiva: l’importanza del bite sportivo

E tutti i benefici apportati

La nostra bocca influenza le prestazioni infatti una respirazione prevalentemente orale può influire negativamente. Diversi studi mostrano nei bambini in età scolare come chi respira con la bocca percorre meno distanza rispetto a chi respira con il naso nello stesso arco tempo, abbia una percezione di fatica maggiore e una lieve riduzione della saturazione di ossigeno, mostrando anche una ridotta capacità di esercizio, figuriamoci quindi nella corsa e nell’attività fisica.

Quindi asimmetrie, deviazioni molto severe tra mandibola e mascella e cattive abitudini tali da portare ad un tipo di respirazione del genere dovrebbero essere indagate da un professionista competente (gnatologo) per discriminare se possano influire negativamente sulla attività fisica. 
Inoltre abbiamo il grande mondo dei dolori oro-facciali, quindi a carico del distretto viso, bocca, capo, i mal di testa o dolori recidivanti post trauma, come ad esempio a seguito di colpo di frusta. Il dolore percepito dalla persona può portare ad una limitazione funzionale, fermando o limitando in modo importante lo sport.

E bite portati durante l’attività sportiva effettivamente cosa fanno?
La loro prima funzione è proteggere da traumi. I traumi dento-facciali sono tra i più frequenti traumi oro-facciali e alcune volte possono essere molto dolorosi e invalidanti. Protegge inoltre dall’usura dei denti, specie in quegli sport in cui tendiamo molto a stringere, motivo per cui le associazioni di categoria, come l’associazione dei dentisti americani, l’associazione dei preparatori atletici del college statunitensi e dei dentisti specializzati in sport ne consigliano l’uso.     
                                                                       
Ma è vero che possono aiutare a potenziare la performance fisica e la forza? Ci sono molti sportivi che dicono che si sentono meglio, specialmente se lo stringono. 
Gli studi sono molti e anche diversi tra loro, per il tipo di sport, di condizione fisica degli atleti e ovviamente per il tipo di bite. Questi studi (preliminari, la ricerca sta continuando) ci indicano che atleti con indosso il bite migliorano il pattern respiratorio, la ventilazione alveolare e hanno carico di lavoro minore a parità di sforzo, con i parametri che migliorano dal 2 al 9%!

I benefici riguardano sia attività aerobiche, di resistenza, che anaerobiche.
inoltre, da recenti studi sembra che con il bite indosso si riducano i livelli di lattato dopo 30 min di corsa sul tapis roulant del 22-23% e del 50% di cortisolo (orome dello stress), sono dati preliminari, molto interessanti proprio per la finestra che apre sul recupero dell’atleta.

Quindi con qualsiasi tipo di paradenti o bite potrei avere questi benefici? 
No, purtroppo no. I miglioramenti sembrano essere determinati dalla posizione della mandibola (verticale e leggermente anteriore) e della lingua (anteriore e inferiore), le quali hanno anche un ruolo nell’ampiezza delle cavità delle vie aeree superiori. Queste caratteristiche sono influenzate dal tipo di bite che si indossa. Quindi serve una valutazione per il modello più idoneo per ogni soggetto, anche a seconda ovviamente delle sue caratteristiche morfologiche. 
Inoltre sembra che anche lo stringere possa giocare un ruolo sugli effetti e benefici descritti prima. 

Di conseguenza servono design e materiali particolari proprio per facilitare questa funzione e non tutti quelli presenti in commercio hanno queste caratteristiche. 
Infine deve essere comodo da indossare, la persona non deve sentire tensioni particolari, anzi la sensazione deve essere confortevole, altrimenti non lo si indossa. A maggior ragione è necessaria una valutazione individuale per il modello più idoneo.

ARTICOLI CORRELATI